Archive for giugno, 2007


Luna piena

La luna piena incatenata al mio letto,
ti prego non chiamarmi “amore”…
e mi ritrovo a cercarti
in una notte senza scopo
mentre mille sussurri urlano intorno a me.
Freddo e dolore mi feriscono l’anima
sulle mie nere ali d’illusione
mi levo alta nel cielo della notte
volando oltre i confini dell’ipocrisia
per gridare all’universo il mio dolore.
Gelo nell’anima,
nessun pensiero
nessun sogno
nessun incubo,
solo un’ombra di consapevolezza
del mio cuore che batte ancora inutilmente,
batte sempre più piano…
e il vuoto mi riempie.

Annunci

Amore e dintorni

Universo complicato quello dell’amore, un universo oltre la logica, oltre la razionalità, oltre ogni cosa.
Amore: una follia dell’anima più che della mente, che travolge i pensieri e ci disarma… Affinità, legame, appartenenza, una miscela di emozioni e sentimenti che si fondono ad unire due persone.
Ma cosa ti fa innamorare di una persona? Ci si innamora della sua speciale unicità, di quell’unicità che si svela solo per te, di quei particolari che agli altri non è dato di cogliere, di quelle sfaccettature che sono rivelate solo a te. Ed allora ami… ami le piccole cose che ogni giorno scopri di lei, ami anche ciò che è rimasto nascosto nell’ombra e che a te, e solo a te, si palesa di momento in momento, ami la fiducia con cui ti permette di portare un po’ di luce negli angoli bui della sua vita. E l’amore ti fa aprire le porte, ti fa cedere le difese, ti permette di presentarti nudo ed inerme ma senza timori, con la forza un po’ spavalda di un eroe mitologico e la sua stessa folle consapevolezza di essere invincibile ed immortale. Non c’è timore nell’amore, non ci sono difese perché non c’è nulla da cui difendersi. Un nuovo mondo ti si svela nell’altro, ed in questo mondo ritrovi te stesso. Stupore, meraviglia, che tutto sia bello e sfiori la perfezione nell’intimità di un sentire che ti porta via. Ti accorgi di amare anche i difetti di quella persona, difetti che forse non sono propriamente tali ma che tu hai sempre giudicato così, ami le sue piccole manie, le sue contraddizioni, ami quel suo offrirsi spontaneo…
Ami la sua voce, ami i suoi capelli spettinati, ami persino il suo viso stanco ed ami il fatto che non abbia pudori ipocriti nel nascondersi a te quando non è perfetta. Ami gli istanti che ti regala condividendo i piccoli momenti con te, il suo togliersi le scarpe, il suo sbadigliare stanca e il suo cercare la tua spalla per appoggiarci il capo. Ami le sue piccole smorfie buffe, il suo riso, i suoi musi nelle giornate storte, ami il suo essere pasticciona, ami le sue paure, i suoi timori, ed ami le sue timidezze e le sue esplosioni di gioia, le sue follie, le sue stranezze, ed ami che abbia deciso di mostrarsi a te esattamene per ciò che è con tutti i suoi piccoli grandi difetti, con tutto quello che è, ed ami il fatto che ti abbia permesso di entrare nel suo piccolo mondo, un universo in cui desideri perderti… E ti stupisci nel desiderare di urlare al mondo intero la tua gioia e la tua felicità, e ti stupisce quel ritrovarla nei tuoi pensieri durante la giornata, scoprirti a desiderare la sua compagnia mentre ceni da solo, meravigliarti di quel sorriso che ti ritrovi stampato sul viso senza un apparente motivo logico…
Ed ancora ami il suo vestire ed il suo spogliarsi, ami vedere il tuo desiderio nel suo desiderio, ami sentire il suo respiro nel tuo respiro, e sai che anche i pensieri più profondi sono condivisi persino nel silenzio. Ami ogni piccolo contatto perché è pura emozione, perché ogni carezza è un dono, ogni respiro è pura poesia, ogni fremito è vita… semplicemente vita.
E tutto il tuo mondo si colora di tutti i colori della vita stessa, e il profumo del vivere ti invade i polmoni e la mente… e sai che non c’è follia che non sia più che giusta, perché l’amore è follia pura. Non c’è nulla di giusto o sbagliato, non c’è nessuna barriera, non ci sono limiti, non ci sono più i confini dell’IO: una strana magia fa sì che da due si diventi uno. Follia… pazzia a cui non rinunciare, una “malattia” dolcissima da non curare…
E ogni distanza è colmata, ogni differenza non esiste più, ci si alza in volo a naufragare fra le stelle, e nulla è più banale, nemmeno queste parole… L’amore fa diventare sciocchi solo agli occhi di chi non ama ma riesce a dare un senso a tutto il nostro piccolo mondo.
Che senso ha la vita senza amore?

Silenzio

Stringimi a te senza parole
lascia che mi nasconda nel tuo abbraccio
che riposi sul tuo petto
in questo silenzio.
Non servono parole qui
siamo una sola anima
un solo pensiero
le parole sono solo rumore molesto
Mi basta il nostro respiro
il battito del nostro cuore
il calore del nostro corpo
il profumo della tua pelle…


Silenzio…
mi sto perdendo in te…